Calderoli.  IUS Soli. Sbaglia Minniti. Negli altri stati e’ stato un fallimento, Francia e Belgio lo dimostrano

05 settembre 2017 - Sbaglia il ministro Minniti oggi nel ripetere la storiella che lo ius soli porterà ad una maggiore integrazione e quindi anche ad una maggiore sicurezza.
Sbaglia perché abbiamo sotto gli occhi l’esempio fallimentare di Stati come la Francia e il Belgio che hanno regalato la cittadinanza ai figli degli immigrati e si sono ritrovati nelle loro città le Banlieu e le Molenbeek e una generazione di jihadisti cresciuti nelle loro scuole e nei loro quartieri.
Sbaglia, e quanto accaduto a Rimini lo conferma, perché così regaleremmo la cittadinanza a due milioni e mezzo di persone che hanno culture, abitudini e tradizioni lontanissime dalle nostre, persone che finora non hanno dimostrato di volersi integrare al nostro modo di vivere e spesso neppure al rispetto delle nostre leggi, basti pensare alla frase del padre dei due stupratori marocchini di Rimini, per cui ‘rubare e fare risse va bene’.

Sbaglia Minniti, e sbaglia tutta la sinistra, perché la cittadinanza, con il diritto di votare e di farsi votare, non deve essere un regalo, ma un traguardo da raggiungere con impegno e buona volontà, dimostrando di voler vivere a casa nostra, rispettando le nostre leggi e il nostro modo di vivere, senza pretendere di modificarlo in base ai desideri dell’ultimo arrivato.

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159