Immigrazione, Arrigoni (LN): situazione fuori controllo e Renzi va a scuola da Salvini

Roma, 4 set. - “Renzi torna in tour per l'Italia e prima, con arroganza, insulta e zittisce l'anziana vittima della sua banca fallita e poi in tema di immigrazione scimmiotta Matteo Salvini. Come se niente fosse infatti dal palco di Bologna il segretario del PD ha rilasciato affermazioni come «aiutiamoli a casa loro... non possiamo accogliere tutti... bene il blocco degli sbarchi».  Insomma le stesse parole che Salvini, accusato di razzismo e xenofobia e tacciato di proporre cose irrealizzabili dice da 4 anni, ora sono diventate il mantra dell'ex premier in calo di consensi. Nessun cambio di rotta, nessuna difesa dei confini da parte di Renzi e del Pd, solo l'avvicinarsi delle elezioni e il fatto che è impossibile non constatare problemi enormi generati da un'immigrazione totalmente fuori controllo. Ad oggi, l'unico risultato raggiunto per rallentare gli sbarchi è quello del codice delle ONG a cui si è giunti principalmente grazie al seguito dell’indagine conoscitiva sulle ONG voluta dalla Lega. Dal Pd quindi  non raccontassero balle. Fosse stato per loro il Procuratore di Catania Zuccaro molto probabilmente sarebbe stato spostato dall’inchiesta come tentarono di fare all’inizio volendo aprire un fascicolo su suo operato al CSM".
 
Così Paolo Arrigoni, senatore della Lega Nord e componente del Comitato parlamentare Schengen.

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159