Sicurezza: Rondini (Ln), governo incentiva a violare nostre case

Roma, 13 set. – “In questo Paese non esiste più né il diritto, costituzionalmente sancito, dell’inviolabilità del domicilio, né quello della tutela della sicurezza delle nostre abitazioni private. Da domani, infatti, tutti i senza tetto e in particolare gli stranieri che questo governo ha portato a migliaia nel nostro paese dal 2013 ad oggi, saranno incentivati a violare le nostre case, tanto poi ci penseranno i magistrati ad assolverli. Sembra assurdo ma è così, basti leggere la sentenza della corte di Cassazione che ha assolto un clochard che ha trovato riparo in abitazione altrui per ripararsi dalle intemperie. Una sentenza folle, frutto dell’assurda politica di un governo che altro non ha fatto che lasciare ampia discrezionalità ai magistrati e sancire il paradossale assioma secondo cui chi commette un reato lo fa perché vittima della società. Il Pd ha demolito, governando dal 2012 in poi, lo stato di diritto e il principio di legalità. Oggi la marginalità sociale che giustifica la violazione del  domicilio privato, domani l’occupazione abusiva troverà sollievo nelle sentenze dei magistrati diventando un diritto che viene esercitato sulla pelle delle nostre comunità. Sarà nostro compito subito dopo le elezioni ristabilire il principio secondo cui la legge deve prima tutelare i cittadini onesti e poi i delinquenti”. 
 
Così in question time il deputato della Lega Nord Marco Rondini, vicepresidente della commissione affari sociali.

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159