Calderoli. Immigrati. 500mila clandestini nelle nostre aree metropolitane. Ma cosa aspetta ministero interni ad espellerli?

- Il Corriere della Sera oggi pubblica un reportage dettagliato sul mezzo milione di immigrati clandestini che girano nelle nostre città, soprattutto nelle aree metropolitane, vivendo di espedienti e illegalità, il tutto sotto gli occhi dei cittadini e delle stesse istituzioni.

Secondo la commissione parlamentare incaricata di censire questa realtà i clandestini in Italia potrebbero essere persino 600mila, si tratta di individui che non hanno titolo per restare qui eppure non vengono espulsi, se non con un teorico foglio di via e il ridicolo invito ad andarsene da soli.

Di questi clandestini veniamo a sapere solo quando commettono gravi crimini, e purtroppo accade spesso, altrimenti non se ne parla.

Mi domando cosa aspettino il Governo e il ministero degli Interni a darsi una mossa: bisogna trovare questi clandestini, e trovarli non è difficile, ed espellerli portandosi fuori dai nostri confini.

Non possiamo accettare che mezzo milione di persone viva sul nostro territorio da ‘fantasmi’, da invisibili, fuori dalle nostre regole.

E ovviamente chi delinque deve essere espulso, ma prima deve scontare in galera la sua pena.

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e Responsabile Organizzazione della Lega Nord

2 per mille

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159