2 x mille

Notizie 2016

Salvini: "IMMIGRATI, cambia la posizione del governo"

31 dicembre - "IMMIGRATI, cambia la posizione del governo: aumenteranno retate, controlli e rimpatri, riapriranno i Cie, raddoppieranno le espulsioni.
Ma come...... Non era mica tutto sotto controllo?
Non eravamo io e la Lega ad essere RAZZISTI e a inventare paure?
Intanto grazie al PD in tre anni ne sono sbarcati oltre 500.000.
Dai Amici, nel 2017 ANDIAMO A GOVERNARE e poi... tutti a casa!!!"

Lo afferma Matteo Salvini su Facebook

On. Grimoldi (lega nord) - Vergognoso che città metropolitana Milano abbia sprecato decine di milioni per i clandestini e ora non abbia soldi per studenti disabili

30 dicembre - Da sei mesi sentiamo blaterare il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, di accoglienza per le migliaia di immigrati clandestini che il Governo del suo amico Renzi ha fatto arrivare in città, sono sei mesi che Sala fa di tutto, con il sostegno dei sindaci del Pd dell'area della città metropolitana, per mettere dappertutto, prima nel sito Expo poi nelle caserme dismesse, questi finti profughi, che non sono siriani in fuga dalla guerra ma africani che non scappano da nessuna guerra, e ora gli amministratori della città metropolitana di Milano, nell'ultimo giorno dell'anno, dicono di non avere i 6,5 milioni necessari a garantire il trasporto scolastico e il sostegno per gli studenti disabili e battono cassa con la Regione? È vergognoso. Prima di gettare soldi nell'accoglienza e nel mantenimento di migliaia clandestini questi amministratori avrebbero dovuto verificare di avere in cassa le risorse necessarie per garantire i servizi per i cittadini, incluso il trasporto ed il sostegno degli studenti disabili. Maroni e Garavaglia hanno dimostrato di saper fare miracoli e trovare soldi per aiutare chi ha bisogno, ha fatto avere 32 milioni non dovuti alle Province proprio per garantire questi servizi e adesso farà avere i fondi che mancano alla Città Metropolitana, ma è vergognoso che chi prima ha scialato per compiacere Renzi e non creargli problemi ora vada a battere cassa non a Palazzo Chigi ma in Regione Lombardia.

 
Lo dichiara l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e segretario della Lega Lombarda-Lega Nord

Calderoli. Il governo Renzi mandato a casa dal voto dei cittadini con il referendum è rinato: il Gentiloni è governo Renzi senza Renzi. Stessi ministri, stessi sottosegretari

29 dicembre - Ma siamo su scherzi a parte? Perché dopo la sorpresa della lista-fotocopia dei ministri adesso è arrivata la seconda sorpresa della seconda lista-fotocopia dei sottosegretari, e già mi immagino quella successiva dei vice ministri, a confermare che il nuovo Governo è semplicemente il vecchio Governo Renzi ma senza Renzi.

Certo manca Zanetti ma di quello nessuno ne sentirà la mancanza... 

Ma è a dir poco incredibile che lo stesso Governo, disintegrato dal voto popolare con il referendum, si riproponga oggi, identico e immutato, come se non ci sia mai stata alcuna consultazione popolare.

Già eravamo ai limiti della democrazia avendo avuto tre presidenti del Consiglio consecutivi che non hanno sottoposto al voto popolare il loro programma, ma adesso siamo oltre questi limiti, perché oggi siamo al quarto Governo di fila che non solo non sottopone il suo programma ai cittadini ma addirittura si propone in forma identica dopo aver ricevuto la sonora bocciatura del popolo con il referendum.

Senza contare che su questo Governo pende la spada di Damocle della Corte Costituzionale sulle uniche vere riforme realizzate e su una di queste, il Jobs Act, pende pure la seconda spada di Damocle del referendum che lo travolgerebbe.

Ma in democrazia è possibile una cosa del genere?

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

Calderoli. Qualcuno informi la Boldrini che in Italia sono arrivati solo 950 siriani e poi 160mila africani che non scappano da nessuna guerra. E tra questi 160mila ci sono anche dei terroristi come Amri

26 dicembre - È incredibile che anche oggi la signora Boldrini neghi l'evidenza e ammonisca a non equiparare l'immigrazione con il terrorismo e a non cedere a 'spinte populiste' dopo la vicenda dell'ex richiedente asilo Amri diventato il killer della strage di Berlino. 

E ancora più incredibile è che la signora Boldrini si ostini a riempirsi la bocca della favoletta dei siriani che scappano dalla guerra: signora Boldrini lo sa che nell'ultimo anno su oltre 160mila immigrati sbarcati sulle nostre coste appena 953 erano siriani? E lo sa che gli altri 159mila, quasi tutti africani, non scappano da nessuna guerra? 

E lo sa che dalla Tunisia da cui è fuggito Amri non ci sono guerre? 

Per cui basta ingannare la gente con la storiella dei profughi siriani che scappano dalla guerra, perché qui abbiamo solo poche centinaia di siriani e ci siamo invece fatti invadere da decine e decine di migliaia di africani che stiamo mantenendo con vitto, alloggio, paghette e telefonino senza alcun motivo. Ed è un dato di fatto, come diverse inchieste hanno dimostrato, che in questa moltitudine di clandestini arrivati dall'Africa e dall'area maghrebina ci siano anche dei terroristi come Amri e altri che sono stati arrestati o espulsi dalle nostre forze dell'ordine. 

Altro che evitare spinge populiste, altro che accogliere i siriani...

Signora Boldrini la smetta di dire balle in continuazione oppure, se è in buona fede, si informi meglio ed eviti di dire cose a vanvera...

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

Calderoli. Terrorismo. Encomio per i due agenti che hanno fermato Amir. Ma perché era in Italia? Perché si trovava a Milano?

23 dicembre - Complimenti alla nostre forze dell'ordine e complimenti a questi due giovani poliziotti coraggiosi che hanno fermato l'attentatore di Berlino. Auguri di pronta guarigione all'agente ferito: ora auspico che entrambi ricevano il giusto encomio per il lavoro svolto e il coraggio dimostrato.

Adesso però giriamo una domanda a chi, da Gentiloni ad Alfano, per mesi ha ripetuto che l'Italia era al sicuro dalla minaccia jihadista: perché questo terrorista, l'uomo più ricercato d'Europa, ha scelto di rifugiarsi proprio in Italia? Forse perché sapeva di trovare appoggi e coperture qui? 

Ed è una coincidenza che si trovasse proprio alle porte di Milano?

Forse no, pensando che in Lombardia c'è la più grande comunità islamica in Italia e dove nell'ultimo anno e mezzo ci sono state decine di provvedimenti, tra arresti ed espulsioni, nei confronti di soggetti radicalizzati nelle moschee lombarde.

Svegliamoci... 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

Simbolo politiche 2018

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2018 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159