Immigrazione: rondini (ln), mozione lega per selezione ingressi, governo negligente

ROMA  10 MAG - “La sicurezza dei nostri cittadini non è fondamentale per questo governo, ma lo è certamente per noi e per questo chiediamo all’esecutivo di mettere in atto misure adeguate  per prevenire che episodi quali i fatti di Colonia dello scorso dicembre si verifichino sul nostro territorio. E’ necessario identificare i presunti profughi,  incrementare gli organici delle forze dell’ordine e privilegiare, come  già fa il Canada, l’ingresso di famiglie donne e bambini controllando e filtrando in maniera più efficace l’ingresso dei giovani uomini”. E’ quanto afferma il deputato della Lega nord Marco Rondini commentando la mozione, presentata dalla Lega a fine gennaio, e approdata in aula solo ieri, a dimostrazione di quanto la tutela della dignità delle donne sia, per  Presidente della Camera, nei fatti, solo una questione marginale.  

 

"L’indignazione per le violenze e  la solidarietà per le vittime non possono essere semplicemente affidate a un post su face book" - afferma Rondini -" Le violenze perpetrate ai danni di donne inermi da parte di centinaia di immigrati , in larga parte richiedenti asilo organizzati in branco, dimostrano il disprezzo profondo di questi soggetti per le donne, per la loro dignità e libertà e per i Paesi che li accolgono. Una dimostrazione netta del fallimento di un multiculturalismo tanto auspicato da una certa sinistra quanto di improbabile realizzazione. Il portato culturale e religioso degli immigrati a cui sono state spalancate le porte può essere incompatibile con i valori sui quali si reggono le democrazie occidentali: per l’islam la donna è antropologicamente inferiore, e di conseguenza viene trattata. E’ venuto il momento di aprire un dibattito serio intorno a una questione che deve essere affrontata con urgenza e coraggio per garantire il futuro alla nostra società: qual’ è il grado di compatibilità tra l’islam e il suo libro sacro e i valori su cui poggiano  le democrazie europee.  Ma il governo Renzi questo coraggio non lo manifesterà mai. Renzi e soci portano la responsabilità morale del sacrificio della futura pace sociale rispondendo del loro operato solo al relativismo politicamente corretto imperante, non avendo assolutamente a cuore il bene della nostra comunità"- Conclude Rondini. 

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159