Lega, Calderoli: "Terroristi a spese nostre? Renzi e Alfano responsabili, governo a casa!"

11 maggio - «A un mujahid piace essere martire... quanto bel tempo di jihad è arrivato»: così parlavano i terroristi fermati ieri a Bari, che erano arrivati in Italia sui barconi ed erano stati prima ospitati in un centro d'accoglienza e poi riconosciuti rifugiati politici, quindi godevano di vitto alloggio e protezione a spese dei contribuenti italiani! Non solo ce li prendiamo in casa, ma accogliamo pure le domande di asilo di quelli che poi si rivelano essere combattenti islamici che si vogliono far saltare in aria in nome della guerra santa! Ringrazio ovviamente le forze dell'ordine che hanno reso possibile individuare questa cellula jihadista, che per finanziarsi gestiva un intenso traffico di clandestini, ma le responsabilità politiche del premier Renzi, del ministro Alfano e dell'intero governo sono pesantissime: è colpa loro se questi personaggi erano non solo liberi di agire, ma addirittura sotto protezione! Non è possibile andare avanti in questo modo, altrimenti prima o poi dovremo iniziare a piangere per qualche attentato in casa nostra. Fermiamo gli sbarchi e rimandiamo subito a casa chi non ha diritto a rimanere, compreso questo esecutivo non eletto da nessuno!

Lo scrive su Facebook Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159