Brexit: giorgetti, europa senza democrazia, suo destino sia deciso dai popoli In questi giorni parole aberranti

ROMA, 27 GIU "Il referendum in Gran Bretagna è stato un grande episodio di libertà ma il tema ora non è economico ma politico e la vera questione è se la democrazia è compatibile con l'Europa. Noi siamo stati gli unici a votare contro il fiscal compact e abbiamo sostenuto l'Europa dei popoli". 

Così in Aula Giancarlo Giorgetti, vice segretario della Lega Nord in replica alla relazione del presidente del Consiglio.

"Se non vogliamo l'Europa che finisca male - prosegue - dobbiamo chiederci come affrontare questa rivoluzione che ha creato diseguaglianze sociali  mai viste prima. Nessuno, fino ad ora, si è preoccupato di sviluppare politiche di sostegno per i popoli. Il nodo resta la democrazia: in questi giorni abbiamo sentito parole aberranti, che gli ignoranti, i contadini, i pescatori non devono votare. La questione invece è come facciamo a far partecipare al voto il popolo, compresi gli ignoranti. A questo punto - ha aggiunto rivolgendosi direttamente a Renzi - avete due scelte: o vi va avanti così o si cambia verso un'Europa federale. Ma qualsiasi cosa decidiate, fate presto, e chiedete il consenso ai popoli che sono padroni del proprio destino".

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159