Brexit: pini (ln), governo risponda a cittadini non a lobby e banche, ultimo appello per europa dei popoli

ROMA 27  GIU –  “Vogliamo un’ Europa dei popoli  non delle banche  e delle lobby finanziarie.  Se ci si è spinti, con la risoluzione di maggioranza, al punto di chiedere che il presidente del Parlamento europeo sia eletto e non nominato  significa che gli inglesi con il loro voto ci hanno salvati. Ci hanno dato una lezione di democrazia,  fanno  sperare in un futuro migliore per quelle migliaia di ragazzi che non appartengono alla generazione Erasmus,  ma che non riescono a trovare lavoro a causa delle politiche scellerate di un’Europa  diventata una prigione  di regole che genera tutto tranne sviluppo. Riteniamo che questo sia l’ultimo suono della campanella, non si deve avere paura del pronunciamento del Popolo , altri Paesi chiederanno un referendum e deve  essere così. Da domani dovremo affrontare il problema del  deficit di democrazia causato dalle Istituzioni Europee. Da più di dieci anni la Lega sostiene posizioni su cui  oggi finalmente convergono  in molti.  La speranza è l’ultima a morire e per questo chiediamo fortemente  al  governo di rispondere finalmente  ai cittadini anziché a  banchieri e lobbisti”. Così il deputato della Lega Nord Gianluca Pini in dichiarazione di voto sulle  risoluzioni  votate dall’aula  in vista del prossimo Consiglio Europeo.

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159