Verso l'Europa del buonsenso!

Pensioni: Simonetti (LN), governo bugiardo su taglio reversibilità

Roma, 27 sett.- "Nonostante le promesse e le garanzie dei mesi scorsi, alla fine il taglio alle reversibilità ci sarà”. L'ultima beffa a danno dei cittadini di questo vergognoso Governo è servita. Uno furto che penalizza migliaia di pensionati a causa delle nuove regole di calcolo dei redditi dei beneficiari di pensione ai superstiti introdotta dall'Inps con la circolare n. 195 del 30 novembre 2015”. Così Roberto Simonetti capogruppo di Lega Nord in commissione lavoro alla Camera dei deputati”. L'assegno - spiega il deputato del carroccio -  verrà legato al Tfr e al possesso di Btp e case, utilizzando il sistema di verifica annuale dei modelli RED. Una mossa subdola quella di Renzi e company che prima hanno provato a far diventare le pensioni di reversibilità da «prestazioni a carattere previdenziale» a «prestazioni assistenziali» e poi, senza alcun dibattito parlamentare, hanno deciso di cambiare le modalità di calcolo del cumulo reddituale, pur di raggiungere lo scopo prefissato. Aggiungendo rilevanze reddituali come tfr e titoli di Stato, il parametro reddituale di calcolo aumenta e, quindi, sarà oggetto di taglio, anche con efficacia retroattiva. Per questo - conclude - abbiamo presentato un'interrogazione in commissione lavoro per chiedere al ministro un intervento urgente per sanare questa ennesima vergogna a danno dei pensionati”.

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159