Calderoli. Referendum. Renzi ormai sempre a fare comizi o trasmissioni per promuovere il si. Ma a Palazzo Chigi si ricorda di andare ogni tanto?

04 ottobre - In questi giorni il premier Renzi sta facendo una valanga di comizi o comparsate televisive per sponsorizzare il Si al suo referendum, per salvare il suo Governo e ovviamente la sua ‘cadrega’ , cui dovrebbe rinunciare in caso di vittoria del No.
A Renzi vorremmo ricordare che percepisce uno stipendio per fare il presidente del Consiglio (stipendio che tra l’altro non si ridurrà neppure di un euro con la sua riforma costituzionale) e non per fare il promotore della sua causa referendaria.

Ma se va in giro tutto il giorno a promuovere il Si ci spiega quando lavora? E soprattutto fino al 4 dicembre Renzi farà solo campagna elettorale o pensa anche di farsi vedere qualche volta a Palazzo Chigi?

Forse Renzi ha preso esempio dalla sua ministra Boschi reduce da un intenso tour elettorale nell’America Latina per promuovere il Si, come lei stesso ha dichiarato con tanto di eloquente post sulla sua pagina facebook.

Ma forse è meglio così, piuttosto che fare riforme da vomito, come la riforma costituzionale o quella elettorale, forse Renzi e la Boschi fanno meno danni al Paese passando il tempo a fare comizi o trasmissioni in tv, tanto poi dal 4 di dicembre a lavorare dovranno andarci davvero, perché di certo non mangeranno il panettone a Palazzo Chigi…

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159