Sicurezza: Molteni scrive ad Alfano. Boom furti nel comasco: servono più poliziotti e militari. Soldi alla sicurezza e non a clandestini

Como, 3 nov. - "E' allarme sicurezza nel comasco, Alfano si svegli e intervenga subito! Chiedo al ministro dell’Interno di intervenire immediatamente per arginare il boom di furti nelle abitazioni, di rapine negli esercizi commerciali e di truffe agli anziani che da settimane stanno drammaticamente mettendo in ginocchio il territorio di Cantù e Como". Il deputato comasco della Lega Nord Nicola Molteni scrive al ministero dell'Interno per chiedere più risorse per commissariati e caserme, più poliziotti e volanti a presidio del territorio, strumenti e dotazioni adeguate e al tempo stesso l'invio sul territorio comasco di militari "dell'Operazione strade sicure" a presidio dell'ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini. 
 
“Siamo di fronte ad un’escalation gravissima  di reati predatori che sta mettendo in ginocchio una provincia intera, segno tangibile che questi reati di grave allarme sociale sono in netto aumento e non in diminuzione come invece Alfano e Renzi si ostinano a sostenere. Siamo sotto assedio e serve sicurezza. Punto. Nel 2016 nella provincia comasca sono stati spesi oltre 23 milioni di euro per garantire l'accoglienza a 2000 falsi profughi, vitto e alloggio e addirittura la ristrutturazione  di ex presidi di sicurezza come quello di Cavallasca riconvertiti in hotel per clandestini.  Una vergogna assoluta. Chiedo – conclude Molteni - che i soldi il ministero dell'interno li utilizzi per la  sicurezza dei cittadini canturini e comaschi e non per le ricariche del cellulare dei clandestini”.

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159