Lega: Salvini scrive a Cardinali Scola e Stella, chiesa prenda distanze e allontani don Vigorelli

Roma, 8 nov "O siete di Salvini o siete cristiani": le parole pronunciate domenica scorsa durante l'omelia ai bambini delle scuole elementari da don Alberto Vigorelli, parroco di Santo Stefano a Mariano Comense, non vanno proprio giù al segretario della Lega che oggiha inviato una lettera ai Cardinali Angelo Scola e  Beniamino Stella, rispettivamente Arcivescovo di Milano e Prefetto per la congregazione per il Clero per chiedere che "sia posto un argine alle intemperanze di don Vigorelli, sia attraverso una pubblica e chiara presa di distanze, sia allontanandolo dall’incarico di coadiutore parrocchiale a Mariano Comense, del quale ha così malamente abusato".

Nella lunga missiva, che vuol essere un documento aperto anche dopo il caso di Radio Maria per aprire una riflessione su una certa parte della Chiesa che, come fa don Vigorelli,

"non solo pronuncia parole inaccettabili e intollerabili" ma  "sono causa di grande amarezza perché  si è presa occasione della sacra funzione e della presenza in chiesa, quali fedeli, dei più piccoli e indifesi, totalmente digiuni di politica e di questioni migratorie, data la loro età, per un’intemerata dal carattere chiaramente di parte, col chiaro intento di plagiarli". Salvini che definisce l'episodio "vergognoso" e annuncia l'intenzione di andare fino in fondo alla vicenda, perché "pur  memori di un’altra, dimenticata opera di misericordia,  ovvero: Sopportare pazientemente le persone moleste" "quando è troppo è troppo; quando non ci si arresta neppure davanti ai bambini, si è passato il segno".

"In ogni caso - prosegue Salvini - l'accoglienza non è una teoria cristiana. È una questione di civiltà. In tutti i tempi e luoghi si è accolto lo straniero come persona sacra. Basti pensare ai greci. Ma in tutti i tempi e luoghi, quelle stesse civiltà che accoglievano gli stranieri e i bisognosi come persone sacre, combattevano senza pietà gli invasori e sapevano distinguere tra il dovere dell’ospitalità e della carità e la volontà di distruggere una civiltà e un mondo. Il prete dimentica che questa invasione di milioni di essere umani è chiaramente pilotata e si basa sullo sfruttamento della schiavitù e si esercita con modalità mostruose: basti pensare a quante persone e bambini sono stati gettati nel mare in questi anni. Chi non combatte tutto questo e la mafia che si arricchisce con tutto questo è complice". "Mi aspetto - conclude - pubbliche scuse e prese di distanza, come è accaduto con altri episodi".

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159